giovedì, marzo 29, 2007

Priceless

Viaggio andata e ritorno da Mestre a Milano in Eurosta: 46 euro.
Biglietto giornaliero dell'ATM: 3 euro.
Parcheggio della stazione: 5 euro al giorno.
Scoprire che dopo le selezioni per un posto di lavoro devi fare le selezioni per un posto in appartamento: senza prezzo!!

Certo che Milano è una città strana, quando ero studente fuorisede la regola era appena trovavi un tipo affidabile, che poteva pagare l'affitto e diceva mi interessa lo prendevi.
A Milano si fa prima la selezione di tutti quelli interessati a vedere l'appartamento è solo dopo la visione di tutti i candidati si decide il vincitore del concorso vinci una stanza nella capitale economica italiana.
Devo prendere qualche alfatest per superare i secondi colloqui...

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Quando qualche anno fa feci le "selezioni" per un posto letto in un appartamento a Milano mi esaminò un curioso personaggino che dopo avermi fatto parlare per dieci minuti buoni mi disse che a quel momento c'era una graduatoria nella quale al momento io risultavo settimo, ma dato che prima di me c'era una modella, dovevo capir bene, quindi, che il posto era in un certo qual modo già assegnato. Prima di congedarmi mi disse di non richiamare e che se fossero stati interessati ad avermi nell'appartamento con loro avrebbe provveduto lui a richiamarmi.
Se facevo un colloqui di lavoro mi trattavano meglio e mi offivono per lo meno un caffè.
Vabbé. Credo che si chiami legge della domanda e dell'offerta.

mb

ueuè ha detto...

Post e commento un po' da rassegnati. Scusate, ma mi fa un po' tristezza. Non è che avete un senso di colpa perchè avete trovato un lavoro? C'è un sacco di gente invidiosa che lo ritiene quasi un reato, laddove è un sacrosanto diritto di merito!

Jakala ha detto...

Che vuoi farci sono rassegnato a perdere tempo in una questione che in una città "normale" avrebbe richiesto non più di una settimana: io ti vado a genio, l'appartamento mi va a genio, ti do la caparra ed il prossimo mese sono apposto. A Milano invece vedi appartamenti per un mese e finite le selezioni scopri i risultati.

Quanto al lavoro penso che tutti quelli della mia generazione e più giovani saranno sempre "precari" nell'anima, anche in presenza di un contratto a tempo indeterminato.
Anche se so bene che la situazione al sud è ben più triste dal punto di vista lavorativo.