venerdì, novembre 27, 2009

Corridoio o finestrino

Corridoio o finestrino? è la classica domanda che ti fanno al check-in per il biglietto del volo.
La scelta è filosofica: finestrino significa voler vedere il paesaggio, si aspetta con entusiasmo la meta di arrivo; mentre scegliere il corridoio significa che non ti interessa nulla né della meta né del viaggio preferisci stare largo e distendere i piedi nel corridoio.
Nei viaggi di lavoro non a caso nei viaggi la mia scelta è quella del corridoio.


PS Qualcuno poi ha mai capito perché gli italiani appena atterrati devono accendere il cellulare per dire
"Ciao sono ancora dentro l'aereo..."
cosa cambia avvisarli, mentre aspettano i bagagli?

6 commenti:

Wally ha detto...

Non parliamo di quando, soprattutto quando si va in vacanza, la gente applaude all'atterraggio? :)

Fabrizio ha detto...

E perchè gli italiani in viaggio di vacanza applaudono quando l'aereo tocca terra? Domande che rimarranno senza risposta :D

Jakala ha detto...

@Wally/Fabrizio: per fortuna è almeno due anni che atterrò senza applausi.

La prima volta che mi è successo, al primo volo, ho chiesto il perché dell'applauso ai miei compagni di viaggio, molto più esperti di me.
La risposta che mi hanno dato era "perché sono felici di esser arrivati sani e salvi.

Mah

Lisa ha detto...

In aereo dormo. Quasi sempre. A meno che la compagnia non sia interessantissima. In tal caso, finestrino o corridoio non penso importi più di tanto.

Jakala ha detto...

In effetti Lisa se dormi è lo stesso, certo che io quando ho dormito in volo mi sono sempre svegliato tutto "incriccato".

lapitzi ha detto...

io sono da finestrino. sul finestrino si dorme meglio, peraltro: puoi accasciare la testa di lato.